Tech 11 marzo 2021

OPPO annuncia Find X3 Pro, Find X3 Neo e Find X3 Lite

Find X3 Pro

Tutto come previsto. OPPO ha annunciato il trio di smartphone Find X3 Pro, Find X3 Neo e Find X3 Lite. Tre modelli che rappresentano le proposte per la fascia media e alta del produttore cinese che ha da poco festeggiato il raggiungimento di un milione di smartphone venduti in Italia. La strategia seguita dal brand è la stessa adottata lo scorso anno con la gamma Find X2 e l’obiettivo è chiaro: presidiare ogni fascia di prezzo e continuare a macinare ottimi risultati.

OPPO Find X3 Pro

Il vero top di gamma è Find X3 Pro che include tutta la più recente tecnologia disponibile sul mercato: Snapdragon 888, 12 Gigabyte di RAM e 256 Gigabyte di memoria interna. La parte frontale è occupata da un enorme pannello AMOLED da 6,7 pollici con risoluzione 3216 x 1440 (QHD+) e frequenza di aggiornamento variabile fino a 120 Hz. L’ultimo arrivato si rifà il look con un modulo fotografico posteriore che diventa un tutt’uno con la scocca in vetro. Un modo per differenziarsi dai concorrenti.

Find X3 Pro

Find X3 Pro

Il comparto fotografico è da primo della classe. È il primo a integrare due sensori da 50 Megapixel (principale e ultra-grandangolare con stabilizzazione ottica dell’immagine). A corredo poi troviamo un teleobiettivo da 13 Megapixel con zoom ibrido 5x, un quarto sensore da 3 Megapixel e una fotocamera anteriore da 32 Megapixel. OPPO promette risultati eccezionali sia in ambito fotografico che video. Un aspetto che avremo modo di approfondire nella nostra recensione. La scheda tecnica si conclude con una batteria da 4.500 mAh con ricarica rapida da 65W e certificazione IP68.

OPPO Find X3 Neo

OPPO Find X3 Neo, invece, è la proposta intermedia. Il processore è lo Snapdragon 865, lo stesso di Find X2 Pro, con 12 GB di RAM e 256 GB di memoria interna. Il display diventa più piccolo e meno veloce (6,55 pollici e refresh rate a 90 Hz). Il sensore ultra-grandangolare diventa da 16 Megapixel e il quarto da 2 Megapixel.

Find X3 Neo

Find X3 Neo

OPPO Find X3 Lite

Find X3 Lite infine è il più economico e monta lo stesso processore del predecessore Find X2 Lite (lo Snapdragon 765G che assicura comunque delle ottime prestazioni). La configurazione prevista è quella 8/128 GB. Il display è da 6,4 pollici, sempre OLED e con refresh rate a 90 Hz come il fratello maggiore. Il comparto fotografico invece si compone di quattro fotocamere (64 MP + 8 MP + 2 MP + 2 MP), non c’è il teleobiettivo. La fotocamera anteriore è da 32 Megapixel e la batteria da 4.300 mAh. Il design di Find X3 Neo e Lite riprende le linee della serie OPPO Reno4.

Find X3 Lite

Find X3 Lite

Di seguito, le informazioni su prezzo di listino e disponibilità:

Lucia Massaro
Lucia Massaro

Classe 1990, formazione umanistica, laureata in Traduzione Specialistica e una passione nascosta per la tecnologia. Sono la prova lampante che nella vita ognuno è l’artefice del proprio destino. Ho iniziato a giocare con il primo computer quando avevo appena imparato a leggere. Man mano abbandonavo la pesante enciclopedia cartacea per passare a Encarta, la più famosa enciclopedia multimediale prodotta da...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Clubhouse
Tech 17 marzo 2021

Clubhouse, in arrivo la versione per Android: è un successo in Italia

Clubhouse è l’applicazione che ha fatto più discutere nelle ultime settimane. I motivi sono principalmente due: si basa solo sull’ascolto ed è esclusiva. Si accede infatti solo ricevendo l’invito da qualcuno già

RIAVVIAMI Lenovo
Tech 16 marzo 2021

RIAVVIA MI: Lenovo dona PC e smartphone ricondizionati agli studenti di Milano

La pandemia ha accentuato il digital divide in Italia, ossia il divario esistente tra chi ha accesso effettivo alle tecnologie dell’informazione (tra cui anche i pc) e chi no. Tra didattica a

Nokia
Tech 15 marzo 2021

Nokia, evento 8 aprile: quali smartphone sono in arrivo?

HMD Global, azienda che detiene il brand Nokia, ha annunciato un evento per il prossimo 8 aprile. Sono attesi nuovi smartphone, probabilmente anche compatibili con il 5G. In fondo, tutti i principali