Tech 31 marzo 2020

World Backup Day: come proteggere i propri dati su smartphone e computer

world back up day

Oggi è il World Backup Day, la giornata mondiale che sottolinea l’importanza di salvare i dati e file digitali che conserviamo solitamente su smartphone, PC o tablet. Un aspetto da tenere seriamente in considerazione per tutti gli utenti, soprattutto in questo periodo dell’#iorestoacasa, durante il quale tutti stanno usando molto di più i dispositivi digitali. Oggi si è molto più esposti ad attacchi hacker che minano alla propria privacy e sicurezza. Cosa succederebbe se all’improvviso il nostro smartphone smettesse completamente di funzionare?

Ormai nei nostri dispositivi conserviamo una buona parte della nostra vita: video recenti e degli anni passati, foto ricordo, password salvate per l’accesso alla e-mail e social network, ma anche dati estremamente sensibili come gli accessi alla nostra banca online. Mai come ora è necessario effettuare un backup, cioè una seconda copia dei file più importanti, esternamente al nostro computer o smartphone.

Bisogna essere consapevoli che i casi di perdita di file sono molto più frequenti di quanto si immagina: solo il perdere il proprio tablet o cellulare senza avere una copia dei file può portare alla perdita completa dei propri ricordi o documenti importanti. Secondo i dati del World Backup Day ogni mese 1 computer su 10 è infettato da virus e 113 telefoni vengono smarriti o rubati ogni minuto.

I dispositivi dove fare il backup

Di solito il backup si può effettuare su un hard disk esterno. Western Digital, Toshiba, Seagate, Maxtor, Samsung e SanDisk offrono diverse soluzioni interessante e a ottimi prezzi, poi ovviamente dipende dalla capienza e tecnologia del disco rigido esterno. Le soluzioni sono diverse, ad esempio si può scegliere per i PC Windows un classico come il Western Digital Elements Portable da 1 TB a un prezzo molto vantaggioso: si tratta di un hard disk meccanico. C’è poi il più grande e capiente Western Digital My Passport Ultra da 4 TB specificamente pensati per i Mac e il mondo Apple.

Western Digital My Passport Ultra for Mac 4TB

Western Digital My Passport Ultra for Mac 4TB

Chi cerca invece soluzioni ultra-veloci per copiare i propri file su un dispositivo esterno, si può rivolgere proprio agli SSD esterni, molto più prestanti e chiaramente più costosi. In realtà ad esempio alcuni brand offrono tagli di memoria magari più contenuti a un prezzo più basso, come il SanDisk Extreme Portable SSD da 250 GB, ma c’è anche in versione da 1 TB per chi vuole più spazio. Sono molto prestanti anche le soluzioni di Samsung, come ad esempio il Samsung Portable SSD T5 da 500 GB.

Samsung Portable SSD T5 500GB

Samsung Portable SSD T5 500GB

E chi ha uno smartphone come il nuovo Galaxy S20, oppure un tablet e vuole salvare i dati? Ci sono soluzioni specifiche anche per questa categoria di utenti. Sia questi che gli utenti PC possono optare anche per un metodo di backup ancora più trasportabile, cioè le classiche “pennette” USB, le flash drive, che risultano essere piccole, veloci e ormai piuttosto capienti, inoltre costano meno di un hard disk. Ormai ne esistono di ogni tipi e capienza, di brand come SanDisk, Kingston, Verbatim e molti altri. L’importante è ricordare di non perderle (sono molto piccole), quindi conservarle in un luogo sicuro, altrimenti fare una copia dei propri file sarà un’attività del tutto vana.

In questo caso esistono modelli che integrano sia una porta USB che quella micro-USB, come ad esempio la SanDisk Ultra Dual m3.0 32 GB, per estrarre i file dallo smartphone e in futuro poterli trasferire anche su un dispositivo differente, ma ci sono soluzioni anche con USB-C.

SanDisk Ultra Dual m3.0 32GB

SanDisk Ultra Dual m3.0 32GB

Il backup nel cloud

Il backup sui dispositivi elencati in alto potrebbe risultare lento, soprattutto se si deve fare periodicamente: in questo caso viene in aiuto il backup sul cloud. Ci sono diversi servizi che svolgono questo compito, che aggiungono una notevole velocità, con i dati degli utenti che vengono frammentati e salvati su una rete di server in giro per il mondo.

Un hacker avrà molta più difficoltà ad accedere ai file: se si usano questi servizi (Microsoft OneDrive, iCloud, Dropbox, Google Drive e molti altri) in accoppiata con i cosiddetti Nas, la sicurezza aumenta ancora di più. Questi sono dispositivi che si collegano alla rete locale e possono contenere più dischi rigidi, per accedere e condividere i dati, anche in cloud. Sul mercato esistono tantissimi modelli, più o meno costosi.

L’importanza del backup

Kingston Technology Europe ha ad esempio  condotto sondaggio per analizzare i comportamenti degli italiani riguardo il backup e salvaguardia dei dati. Tra gli altri dati ne è emerso che le persone continuano ad incappare in grossi errori: 6 italiani su 10 hanno dichiarato di avere perso dei dati realmente importanti come informazioni personali, video e foto di amici e familiari.

Per questo aziende come Xiaomi oggi offre 50 GB gratuito di spazio di archiviazione su Xiaomi Cloud per 12 mesi, insieme a moltissime altre realtà che si stanno muovendo in tal senso.

Candido Romano
Candido Romano

Giornalista e copywriter con una grande passione per tutto ciò che è tecnologia e intrattenimento, soprattutto smartphone, tablet e videogiochi, di cui scrive dal 2005. Una passione che porta avanti fin da bambino, quando nella sua stanza entrò il Commodore 64: una folgorazione, che aprì un universo di possibilità.

Classe 1983, fa parte di quella generazione che ricorda un mondo...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

come uscire dalla quarantena
Lifestyle 16 maggio 2020

Ripartire dopo la quarantena senza traumi? Ecco come!

L'emergenza sanitaria legata al Coronavirus ha stravolto le abitudini di tutti noi. Ogni paese, in misure e modalità molto simili, ha infatti dato il via ad un periodo di lockdown in cui

cuffie cancellazione del rumore
Tech 26 aprile 2020

Le migliori cuffie con cancellazione del rumore per un isolamento perfetto

Ascoltare musica o podcast in tranquillità, sentire al meglio i dialoghi durante una video conferenza di lavoro o una lezione online, ascoltare in maniera più nitida i dialoghi dei film: questo e

brunch sul terrazzo
Lifestyle 26 aprile 2020

Come organizzare un brunch sul balcone: ricette e mise en place

La primavera ha portato con sé la voglia di stare all’aperto e nonostante le limitazioni del decreto #iorestoacasa è possibile svolgere attività outdoor come trasformare il proprio balcone in una postazione di