Apple Watch Serie 7: in arrivo la misurazione del glucosio nel sangue

Di Lucia Massaro @LuciaMassaro1 26 gennaio 2021
Apple Watch Serie 6

Il concetto di salute diventa sempre più centrale nello sviluppo dei dispositivi indossabili. Basti pensare alla possibilità di effettuare una sorta di elettrocardiogramma a partire da Apple Watch Serie 4 o all’introduzione del sensore SpO2 per misurare il livello di ossigeno nel sangue in tanti prodotti, come Galaxy Watch 3, Fitbit Sense, Honor Band 5. Solo per citarne alcuni. Da tempo, Apple ha espresso la volontà di continuare in questa direzione. Per questo, ora il colosso di Cupertino pensa all’introduzione della misurazione del glucosio nel sangue sul futuro Apple Watch Serie 7.

La notizia arriva direttamente dalla Corea ad opera del sito d’informazione ETNews, che spesso si fa portavoce di varie indiscrezioni. Anche Samsung starebbe percorrendo la stessa strada. La fonte però non specifica quale sarà il modello prescelto. Il rapporto infatti fa riferimento a un nuovo Galaxy Watch, per cui potrebbe essere il successore del Galaxy Watch 3 oppure un nuovo dispositivo della serie Galaxy Watch Active.

Samsung Galaxy Watch

Samsung Galaxy Watch

La tecnologia tornerebbe utile non solo per le persone diabetiche che devono controllare il livello di glucosio nel sangue, ma anche per tutti coloro che adottano uno stile di vita sano. In questi casi, è bene ricordare che i dispositivi che monitorano i parametri della salute non sono dispositivi medici e non intendono in alcun modo sostituirsi ai medici professionisti e alle loro diagnosi. Servono semplicemente a tenere traccia di alcuni parametri e a raccogliere informazioni che potrebbero tornare utili. Insomma, non ci si può affidare esclusivamente ai dati rilevati dagli smartwatch, o da qualsiasi altro indossabile, ma è necessario passare attraverso i metodi tradizionali.

Manca ancora un po’ di tempo prima che Apple Watch Serie 7 e Samsung Galaxy Watch 4 possano raggiungere i mercati e non è detto che la funzione sia immediatamente disponibile. È necessario infatti ottenere la certificazione degli organi competenti in ogni Paese, come nel caso della FDA degli Stati Uniti. Ovviamente non mancheranno tutte le funzioni che abbiamo imparato ad apprezzare in questi anni: monitoraggio del battito cardiaco, tracciamento dell’attività fisica, ricezione di notifiche, contapassi e molto altro ancora.

Lucia Massaro
Lucia Massaro

Classe 1990, formazione umanistica, laureata in Traduzione Specialistica e una passione nascosta per la tecnologia. Sono la prova lampante che nella vita ognuno è l’artefice del proprio destino. Ho iniziato a giocare con il primo computer quando avevo appena imparato a leggere. Man mano abbandonavo la pesante enciclopedia cartacea per passare a Encarta, la più famosa enciclopedia multimediale prodotta da...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti