I migliori televisori da 55 pollici a gennaio 2021

Di Vittorio Pipia @TotoRacing92 29 gennaio 2021
top10_tv55

(Questo articolo, pubblicato nel Magazine di Trovaprezzi.it il 17 novembre 2019, è stato aggiornato in data 29 gennaio 2021)

Scegliere il televisore migliore per le proprie esigenze è molto complesso. I fattori per giudicare se un dispositivo possa soddisfare o meno le nostre aspettative sono tantissimi, così come le sigle da ricordare e i tanti produttori tra cui Samsung, Philips o LG offrono oggi tantissimi prodotti tra cui scegliere, spesso molto simili tra loro.

Proprio per questo abbiamo creato articoli su come scegliere il televisore e anche una guida all’acquisto completa, o, se avete le idee chiare sul vostro brand Samsung o LG su tutti i parametri da valutare prima della scelta.

Tra questi rientra sicuramente il budget di spesa. È soggettivo ma permette di determinare in maniera perfetta quali prodotti poter valutare. Al giorno d’oggi, a meno di esigenze particolari come quelle di un grafico che necessita di colori molto accurati, o di un videogiocatore che vuole giocare senza rinunciare alle prestazioni, non sempre è necessario spendere tanto per ottenere una buona qualità visiva.

Le tecnologie hanno fatto passi da gigante e anche sotto la soglia dei 500 euro si trovano alternative decisamente valide, potete approfondire leggendo l’apposito articolo sul nostro Magazine.

Prendendo in considerazione la diagonale di 55 pollici, ovvero la più apprezzata e venduta dai clienti le proposte sono davvero tantissime. I produttori offrono soluzioni economiche ma anche di fascia alta e tra uno e l’altro modello le differenze sono così sottili da poter rendere difficile la scelta.

Proprio per questo motivo abbiamo pensato di riunire in questo articolo, che verrà aggiornato mensilmente, le migliori proposte oggi disponibili considerando tutte le fasce di prezzo e ordinando i vari modelli dal meno caro al più caro (salvo eventuali variazioni di prezzo dovuti a sconti e promozioni).

Il motivo del successo di tale formato è che si adatta in maniera perfetta agli spazi della maggior parte dei salotti. 55 pollici risultano infatti ideali se si guarda il televisore a circa 1,5 o 2 metri di distanza e garantiscono una visuale ottimale delle immagini.

I televisori più piccoli sono sempre più difficili da trovare, anche se il formato da 43 pollici rimane ancora piuttosto diffuso, soprattutto in Italia, mentre le diagonali dai 65 pollici in più richiedono molto più spazio e sono consigliati solo a chi ha distanza di visione maggiore.

Tra i vari parametri da valutare prima della scelta c’è sicuramente la tipologia di pannello. Ognuna ha i suoi pro e i suoi contro. L’LCD ha un’ottima luminosità ma neri e angoli di visione non perfetti, l’OLED ha neri perfetti ma soffre negli ambienti molto luminosi, mentre il QLED è una buona via di mezzo.

Prodotti come il Samsung Q80T o il Sony A9 rappresentano il meglio di quanto si possa oggi scegliere ma l’arrivo delle nuove console Xbox Series S e PlayStation 5 e del nuovo standard DVB-T2 ha spinto molti utenti a cercare nuove soluzioni che possano avere le caratteristiche più recenti.

Tra queste vale sicuramente la pena citare l’HDMI 2.1, che abbiamo approfondito in questo articolo. HDMI 2.1 è l’ultimo standard usato per collegare dispositivi esterni (console, pc, smartphone) al televisore e garantisce prestazioni più elevate. In particolare, parliamo di una frequenza di aggiornamento fino a 120 Hertz a risoluzione 4K. Ciò permette di poter avere un’esperienza più immersiva con i videogiochi, ma influisce poco per quanto riguarda la normale visione di contenuti.

Tra le altre caratteristiche ci sono poi l’eARC, l’input lag ridotto e una migliore gestione dei colori.

Altro fattore a cui porre attenzione è sicuramente il software. Di certo i vari produttori come LG, Hisense, Panasonic hanno fatto passi da gigante con i loro sistemi operativi proprietari. Prima dell’acquisto consigliamo comunque di verificare la compatibilità di tali sistemi con le applicazioni di streaming più recenti.

Vediamo dunque quali sono i migliori televisori da 55 pollici, partendo dalla fascia media per terminare con i top di gamma del momento.

 

I migliori modelli di televisori da 55” Prezzo minimo 29/01/2021
1. LG Nanocell 796 da 55 pollici da 565  €
2. TCL EC780 da 55 pollici da 628  €
3. Sony XH 90 da 55 pollici da 974 €
4. Samsung Q80T da 55 pollici da 945  €
5. Philips 804 OLED da 55 pollici da 1.289  €
6. LG BX 6 da 55 pollici da 1.109  €
7. LG CX6 da 55 pollici da 1.321  €
8. Samsung Q95T da 55 pollici da 1.390  €
9. Sony A8 da 55 pollici da 1.691  €
10. Sony AG9 da 55 pollici da 1.747  €

 

1. LG Nanocell 796

Questo LG Nanocell da 55 pollici è davvero il miglior televisore che possiate comprare con 500 euro circa – sperando che non si tratti di una promozione temporanea ma di un taglio permanente.

È un televisore LG di fascia media, imperfetto nell’upscaling e nella profondità del nero, ma considerato il prezzo è davvero un grandissimo affare.

Pro

Contro

 

LG-NANOCELL-TV-2020

2. TCL 55EC780

Il TCL EC780  si trova a poco più di 600 euro, in cambio dei quali avrete davvero molte qualità: oltre alla risoluzione 4K, offre spettro colore ampio, HDR10+ e Dolby Vision, Dolby Atmos, una soundbar Onkyo integrata (ma non aspettatevi miracoli), sistema operativo Android TV, controllo vocale.

La qualità d’immagine è molto buona in relazione al prezzo, anche se non è certo il caso di aspettarsi grandi performance. Ha, prevedibilmente, qualche difetto quando si tratta di gestione del movimento e upscaling. Ma visto il costo sono difetti più che tollerabili.

Pro

Contro

TCL 55EC780

3. Sony XH 90

Il Sony XH 90 è senza dubbio il miglior televisore “normale” in circolazione, trattandosi di un pannello LCD senza ulteriori specificazioni, come per esempio i QLED di Samsung. Detto questo, per molti aspetti è migliori anche del QLED Samsung Q80T, che troviamo alla posizione successiva. In effetti, è difficile credere quello che è riuscita a fare Sony con un pannello LCD, quanto a qualità dell’immagine, profondità del nero o velocità del software. Davvero fantastico.

Pro

sony_xh9096

4. Samsung Q80T

Il Q80T è la proposta di fascia media Samsung. Il prezzo è particolarmente interessante se si considera che il Q80T ha quasi tutte le caratteristiche dei top di gamma Q90T e Q95T: il local dimming è un po’ meno sofisticato, un dettaglio che porta a prestazioni HDR meno buone, ma è un dettaglio che interessa solo a chi è particolarmente attento alla qualità dell’immagine.

Pro

Contro

samsung_q80t

5. Philips 804 OLED

Questo Philips OLED 804 è un ottimo televisore, con questo Philips avrete una qualità dell’immagine superiore e la funzione Ambilight di Philips, che può davvero fare la differenza quando si guarda la TV, con ogni probabilità giustifica il piccolo sovrapprezzo.

Pro

Contro

Philips 55OLED804

6. LG BX

LG BX 6 è la proposta d’accesso nel mondo degli OLED. Offre un pannello da 55 pollici con risoluzione 4K che soddisfa appieno tutti i requisiti dell’HDMI 2.1. Presenti dunque la frequenza di aggiornamento di 120Hz, ma anche il frame rate variabile e tutte le altre funzioni che renderanno felici i videogiocatori.

Il pannello è poi compatibile con gli standard HDR e HDR10+, oltre che Dolby Vision IQ. Il potente processore α9 integra l’intelligenza artificiale e permette al BX di tarare automaticamente le impostazioni di visualizzazione a seconda delle immagini. Per finire non manca LG WebOS, compatibile con le più recenti applicazioni per lo streaming multimediale, con telecomando smart che funziona anche da puntatore e facilita dunque la navigazione tra i menu.

Pro

Contro

LG BX

L’LG BX rappresenta oggi la soluzione più economica per i televisori OLED.

7. LG CX6

Questo LG CX6 è l’erede diretto di LG C9, uno tra i nostri televisori preferiti. In effetti, per molti aspetti potremmo dire che sono lo stesso televisore, a parte il fatto che il CX esiste anche in versione da 48 pollici (che per qualche ragione costa più del 55”). Questo modello ha anche il connettore HDMI 2.1, che ha una certa importanza per chi ama i videogiochi.

Ancora una volta, questo è il meglio che LG possa offrire, e senza dubbio uno tra i migliori televisori in commercio. Rispetto al Sony AG9, il nostro punto di riferimento, questo LG ha prestazioni audio. Ma di solito un televisore del genere è collegato a un sistema home-theatre, e quindi gli altoparlanti integrati hanno un’importanza relativamente trascurabile. Anche l’upscaling, seppure eccellente, è leggermente meno valido rispetto ai modelli Sony.

Pro

Contro

lg_oled_serie cx

8. Samsung Q95T

Il Q95T è il modello di riferimento nel catalogo Samsung 2020, a parte i modelli 8K. Ed è un televisore davvero incredibile, soprattutto considerando la qualità dell’immagine in rapporto al prezzo.

Se siete fan dei pannelli OLED, d’altra parte, potreste trovare fuori luogo il prezzo di questo Samsung, che ha un pannello QLED (cioè un LCD + filtro Quantum Dot). Ma abbiamo rilevato prestazioni HDR che non hanno nulla da invidiare ai migliori modelli di Sony ed LG, grazie anche alla luminosità maggiore. Il software Samsung è maturo, i contrasti eccellenti. E nell’insieme abbiamo un televisore che offre qualità molto vicine a un OLED top di gamma, per un prezzo nettamente inferiore.

Pro

Contro

samsung_q95t

9. Sony A8

Il Sony A8 è quasi un Sony AG9, con l’unica differenza di un sistema audio un po’ meno potente e sofisticato. Ritroverete però gli stessi neri profondi, lo stesso altissimo contrasto, le stesse prestazioni HDR e lo stesso software di upscaling esemplare.

Allora perché prendere in considerazione l’uno o l’altro? Perché i prezzi sono altalenanti e, a meno che non vi interessi proprio il comparto audio dell’AG9, il nostro consiglio è di scegliere il più economico tra i due.

Pro

Contro

Sony A8

10. Sony AG9

Il Sony AG9 è molto probabilmente il migliore televisore da 55” in circolazione, con l’unico ma ingombrante difetto di essere anche uno dei più costosi. Ma se il vostro desiderio è avere la migliore qualità dell’immagine e il miglior audio che un televisore possa offrire, allora dovreste prendere questo modello (o il Panasonic GZ1500).

Al momento (gennaio 2021) lo si trova a poco più di 1.700 euro, il che lo rende uno dei televisori da 55” più costosi che si possano acquistare oggi. D’altra parte non ha praticamente difetti, e tutto sommato è un prezzo molto più basso rispetto a quello di listino, cioè 3.400 euro circa.

In cambio avrete neri perfetti, il migliore software di upscaling attualmente disponibile, un design fantastico e un software veloce. Vi basterà avviare un qualsiasi contenuto 4K HDR per capire perché questo televisore costa più degli altri. E difficilmente ve ne pentirete.

Se siete di quelli che guardano solo lo sport o le notizie, d’altra parte, non avete bisogno di un televisore di questo livello. Ma se vi piace il cinema o volete godervi le moderne serie TV nel migliore dei modi, allora il Sony AG9 vi farà felici. Peccato per la mancanza di HDMI 2.1, un dettaglio con cui Sony si aliena il pubblico dei gamers nel 2021; il che è paradossale visto che è la stessa azienda che produce Playstation 5, ma resta un televisore fantastico.

Pro

Contro

sony ag9

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 6 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti