Lifestyle 26 febbraio 2020

Come pulire casa? Preveniamo germi e batteri

come igienizzare la casa

Una delle cose più importanti, specialmente in un momento critico come questo in cui i virus si diffondono rapidamente ed è, come abbiamo visto nel nostro articolo, essenziale cercare di contenerne la diffusione, è di mantenere gli ambienti dove viviamo e gli oggetti che utilizziamo perfettamente puliti e igienizzati. Le precauzioni da adottare sono molto semplici ma allo stesso tempo sono necessarie per mantenere una perfetta pulizia: polvere, sporcizia e trascuratezza nell’igiene, sia personale che in casa, favoriscono infatti il proliferare di germi pericolosi per la salute dell’uomo; è proprio nello sporco che si annidano i microrganismi più dannosi. Per anziani, neonati e soggetti con deficienze nel sistema immunitario, il contatto con questi batteri può essere particolarmente dannoso quindi in questi casi è ancora più importante una pulizia quotidiana approfondita e accurata.

L’igiene delle superfici

Igienizzare le superfici, che siano quelle della cucina, della camera da letto, del bagno o del soggiorno, è fondamentale per avere una casa correttamente pulita. Ma non bastano un panno o una scopa per garantire un’igiene profonda, è essenziale rimuovere i batteri e i germi che si annidano nello sporco utilizzando prodotti adeguati.

Qui di seguito elencati alcuni prodotti che contribuiscono a mantenere la casa igienizzata:

Anche solo la scelta dell’elettrodomestico giusto può fare la differenza. Ad esempio, è dimostrato che il vapore è il modo migliore per eliminare germi e batteri. Quindi è consigliabile utilizzare una scopa a vapore per lavare i pavimenti come Polti Vaporetto 3 Clean al posto del classico mocio.

Polti Vaporetto 3 Clean

Polti Vaporetto 3 Clean

 

Così come è importante scegliere l’aspirapolvere giusto: i modelli antiacaro come DysonV11 Animal+ a differenza di quelli standard, non solo eliminano la polvere ma riescono a catturare anche i più piccolissimi acari della polvere da pavimenti, tappeti, tessuti e materassi.

Dyson V11 Animal Plus

Dyson V11 Animal +

 

Scopriamo dunque quali accortezze mettere in atto per proteggersi dall’azione dei microrganismi patogeni: dal bucato in lavatrice alla qualità dell’aria fino al trattamento del cibo che mangiamo, ecco una breve guida per prevenire il proliferare di germi e batteri pericolosi per la salute.

La qualità dell’aria

L’aria che respiriamo è fondamentale per mantenere il benessere e la salute, specialmente delle prime vie respiratorie. Una buona abitudine è proprio quella di curare la ventilazione e il ricambio d’aria negli ambienti chiusi: il ristagno favorisce infatti il trasmettersi di agenti patogeni di malattie altamente contagiose, dal comune raffreddore ad altre tipologie di virus.

Oltre a questo, bisogna evitare eccessivi livelli di umidità in casa: questa provoca infatti la crescita e il proliferare di microrganismi come batteri, funghi e muffe; l’inquinamento dell’aria causato da questi patogeni ha effetti negativi sul sistema respiratorio, provoca allergie, asma e disturbi al sistema immunitario. L’unico modo per prevenire la crescita di questi microrganismi sulle pareti interne di casa è quello di mantenere i corretti livelli di umidità con apparecchi specifici. I deumidificatori sono elettrodomestici che hanno proprio questo scopo: ne esistono di ogni fascia di prezzo e i più avanzati, come il Daikin MCK75J, sono anche dotati di un sistema che purifica l’aria e la libera da sostanze dannose.

Daikin MCK75J

Daikin MCK75J

Vestiti e biancheria sempre puliti

Altro aspetto fondamentale per prevenire il contagio e la trasmissione di virus e patogeni riguarda gli abiti che indossiamo e la biancheria che utilizziamo in casa. La buona, vecchia regola per cui ognuno deve utilizzare il proprio asciugamano, il proprio accappatoio e il proprio tovagliolo a tavola è tuttora uno dei modi migliori per evitare di trasmettere virus da un membro all’altro della famiglia. Inoltre, sarebbe bene cambiare frequentemente biancheria intima e vestiti utilizzati in situazioni particolarmente rischiose per la salute: per esempio, non riutilizzate la tuta con cui siete stati in palestra o la camicia che avete indossato al lavoro perché sicuramente saranno stati infettati con batteri e microrganismi.

Per quanto riguarda il lavaggio, è importante sapere che per distruggere in modo definitivo batteri e funghi presenti sui capi di abbigliamento e sulla biancheria sono necessarie temperature medio-alte, non meno di 60°. Le lavatrici più moderne e quelle in classi energetiche migliori non consumano eccessivamente anche con programmi ad alte temperature e, per risparmiare sulla bolletta, potete fare il bucato nelle ore serali.

Beko WTX61031W

Beko WTX61031W

Esistono anche detergenti specifici che contengono sostanze igienizzanti come Omino Bianco Disinfettante Liquido oppure potete ricorrere ai metodi naturali: il bicarbonato di sodio è un potente germicida, basterà aggiungerne un paio di cucchiai nel cestello per distruggere batteri ed evitare di trasmetterli tra componenti della famiglia.

Massima igiene in cucina

Nella pulizia e nell’igiene domestica, una particolare importanza va dedicata alla zona della cucina. Non solo i pavimenti ma anche le superfici di lavoro, il piano cottura, gli utensili e i contenitori che vengono a contatto con alimenti cotti e crudi vanno lavati frequentemente. Per stoviglie, pentole, posate e contenitori, la cosa migliore sarebbe lavarli in lavastoviglie perché le alte temperature dell’acqua assicurano una pulizia impeccabile: l’azione disinfettante è garantita sia nella fase di lavaggio (circa 50-60 gradi) che nella fase di risciacquo (70 gradi), molto più di quanto avviene quando laviamo i piatti nel lavandino. Importante anche cambiare spesso gli strofinacci perché è proprio nei tessuti che si annidano batteri e che possono proliferare le muffe.

Infine, non dimentichiamoci di pulire il frigorifero almeno ogni due o tre settimane. I prodotti delicati come frutta, verdura, uova e formaggi possono essere attaccati dalle muffe se le condizioni del frigorifero non sono ottimali: anche se la bassa temperatura del frigorifero rallenta la proliferazione dei microrganismi dannosi, non uccide i batteri. Ecco perché è importante utilizzare un prodotto igienizzante che sconfigga muffe e batteri che dai cibi si trasferiscono e si depositano sulle superfici interne.

Irene Bicchielli
Irene Bicchielli

Nata nel 1988 a Firenze, dove vive ancora oggi, ha da sempre uno smisurato amore per le parole. Ha imparato a leggere e a scrivere prima delle scuole elementari e da allora non ha più smesso: lettrice seriale con un'originale passione per i romanzi storici, ha frequentato il liceo classico e poi si è laureata in Scienze Politiche per diventare...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

come pulire la borsetta
Lifestyle 12 marzo 2020

5 oggetti personali che dovremmo pulire più spesso

Chiedendo alle persone quale sia l’oggetto più sporco utilizzato durante la giornata la risposta è quasi unanime: il bagno. In realtà, la London School of Hygien & Tropical Medicine ha pubblicato uno studio

come disinfettare lo smartphone
Tech 9 marzo 2020

Consigli su come disinfettare il cellulare e gli oggetti tech

Il coronavirus è ancora in fase di studio ma le ricerche sono incessanti per poter tutelare al meglio i cittadini; il Ministero della Salute si è anche espresso sulla capacità di sopravvivenza

alternative all amuchina
Beauty 6 marzo 2020

SOS Amuchina gel esaurito: valide alternative per disinfettare le mani

(Questo articolo, pubblicato nel Magazine di Trovaprezzi.it il 6 marzo 2020, è stato aggiornato in data 19 marzo 2020) Dalla voce di esperti, medici, infermieri e anche dalle Istituzioni viene ripetuto l’invito