Ecobonus 2020 per condizionatori: cosa c’è da sapere

Di Irene Bicchielli 12 giugno 2020
Ecobonus 2020 per condizionatori

Con l’arrivo dell’estate, tutti noi decidiamo di attrezzarci per combattere il caldo acquistando condizionatori fissi o condizionatori portatili, ventilatori o raffrescatori. Quest’anno, per chi decide di installare un climatizzatore a risparmio energetico, c’è un’interessante novità introdotta dal Governo con l’ultimo Decreto Rilancio illustrato nel sito dell’Agenzia delle Entrate (vedi anche il Comunicato Stampa). Stiamo parlando dell’ecobonus al 110%: in pratica, sarà come non pagare niente! E non è l’unica novità. Il Governo ha previsto anche la possibilità di beneficiare di uno sconto in fattura cedendo il proprio credito direttamente al venditore. Insomma, dopo il bonus biciclette e monopattini elettrici, un altro intervento al sostegno della ripresa dopo il periodo di emergenza Coronavirus.

Tuttavia, ottenere il superbonus non è così semplice. Sarà infatti possibile accedere alla detrazione del 110% solo in determinati casi. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Superbonus al 110% per condizionatori

Con l’introduzione del superbonus al 110% il Governo intende rilanciare gli interventi volti al miglioramento dell’efficienza energetica domestica. Per accedere al bonus condizionatori con una detrazione fiscale del 110%, però, è necessario effettuare una completa sostituzione del precedente impianto e l’intervento deve assicurare il miglioramento di almeno due classi energetiche dell’intero edificio. La nuova classe energetica deve essere certificata mediante l’attestato di prestazione energetica, che il tecnico abilitato rilascerà a lavoro ultimato. Si tratta dunque di interventi che devono coinvolgere o parti comuni di edifici oppure edifici unifamiliari come ville e villette singole, mentre non riguardano ad esempio gli appartamenti all’interno di condomini.

I lavori devono essere eseguiti nel periodo compreso tra il 1 luglio 2020 e il 31 dicembre 2021 e l’importo potrà essere recuperato in diversi modi.

Il tetto massimo delle spese per riqualificazione energetica è di 30mila euro per ogni appartamento oppure di 30mila euro totali se si parla di una villa o villetta unifamiliare.

Bonus al 50% o 65% per condizionatori

Se tuttavia non è possibile accedere al bonus del 110%, restano valide le agevolazioni fiscali fino al 65% per le persone fisiche che decidono di acquistare un condizionatore per casa propria. La novità è che si aggiunge anche in questo caso la possibilità di cedere il credito e avere uno sconto in fattura: questo è molto interessante perché, anziché recuperare il 50% o il 65% della spesa in dieci rate annuali attraverso la dichiarazione dei redditi, pagheremo il condizionatore il 50% o il 35% del suo prezzo reale. Si tratta dunque di una possibilità da cogliere al volo!

Ecco le specifiche riguardo le percentuali di detrazione.

Si può quindi beneficiare della detrazione o dello sconto in fattura anche se si acquista un condizionatore senza ristrutturare casa. Tuttavia, in questo caso è richiesta la sostituzione totale o parziale dell’impianto invernale già esistente, ad esempio la caldaia, ed è un requisito indispensabile che i metri quadrati del vano dove sarà installato il nuovo condizionatore siano superiori al 20% dei metri quadrati totali della casa.

Questi stessi bonus possono essere applicati anche all’acquisto di una nuova caldaia oppure di un impianto solare termico, a patto che garantiscano un miglioramento in termini di efficienza energetica. I modelli che troviamo oggi in commercio, sia per quanto riguarda i condizionatori che le caldaie che i pannelli solari, sono per lo più ad alta efficienza e in classi energetiche superiori alla A+ quindi non sarà difficile trovare il modello giusto e beneficiare del bonus!

Irene Bicchielli
Irene Bicchielli

Nata nel 1988 a Firenze, dove vive ancora oggi, ha da sempre uno smisurato amore per le parole. Ha imparato a leggere e a scrivere prima delle scuole elementari e da allora non ha più smesso: lettrice seriale con un'originale passione per i romanzi storici, ha frequentato il liceo classico e poi si è laureata in Scienze Politiche per diventare...Leggi tutto

Commenti

Luca
31 ottobre 2020, 12:08

Salve, premetto che al momento la casa non ha alcun impiamto di climatizzazione e nom necessita di nessuna ristrutturazione. Se non si fa alcuna ristrutturazione ma si vuole semplicemente acquistare un impianto di climatizzazione (condizionatore) si ha diritto al bonUS e di che tipo? GRAZIE

Rispondi
Giuseppe Tommasino
27 giugno 2020, 12:43

Salve, sono in affitto, e vorrei sostituire un vecchio climatizzatore 18.000 btu classe energetica C, e provvedere anche all’installazione di altri due ( nuovi ) nelle camere. Posso usufruire di qualche sconto? E se si, come? Grazie mille .

Rispondi
Irene Bicchielli
30 giugno 2020, 10:09

Salve Giuseppe e grazie per averci scritto.
In caso di sostituzione di un vecchio impianto con uno nuovo può usufruire del bonus al 65%.
Sarà il rivenditore a indicarle la procedura per usufruire del bonus.

Rispondi
Giuseppe Carrano
26 giugno 2020, 12:16

buongiorno
dovrei sostituire, e istallare,in un pubblico esercizio di ristorazione, a Verona,
un climatizzatore, sistema completo monosplit a soffitto, inverter, pompa di calore, c. gas R410A, 45.000 BTU trifase
Vorrei sapere gentilmente il prezzo e se effettuate anche il montaggio e i rispettivi incentivi della stato
grazie
cordiali saluti
Giuseppe Carrano

Rispondi
Valentina di Trovaprezzi
26 giugno 2020, 9:57

Buongiorno Sig. Carrano,
grazie per averci contattato. Trovaprezzi è un comparatore di prezzi online, non vendiamo nulla direttamente, compariamo le offerte dei negozi presenti sul nostro network per permettere agli utenti di risparmiare. Seguendo questo link troverà i modelli di climatizzatori proposti dai negozi che aderiscono a Trovaprezzi. Quindi, per qualsiasi domanda che riguarda i prodotti, clicchi sull’offerta che le interessa e verrà reindirizzato sul sito che vende il prodotto. Per qualsiasi altra domanda può rivolgersi al nostro servizio clienti scrivendo all’indirizzo supporto@trovaprezzi.it.
Buona giornata! 🙂

Rispondi
michele
22 giugno 2020, 1:47

Buongiorno io vorrei installare il climatizzatore a casa mia, quindi non si tratta di sostituzione di impianto ma di impianto ex novo, vale anche in questo caso il bonus del 50 % e quindi lo sconto in fattura direttamente? come devo fare? devo chiederlo direttamente al fornitore? GRAZIE

Rispondi
Irene Bicchielli
30 giugno 2020, 10:12

Salve Alex e grazie per averci scritto.
Per usufruire del bonus senza ristrutturazioni è necessario sostituire un vecchio impianto con uno nuovo. Se invece sta ristrutturando casa, può inserire l’acquisto di un nuovo condizionatore tra le spese detraibili al 50% senza bisogno che ci sia un vecchio impianto da sostituire.

Rispondi
Alex
13 giugno 2020, 8:48

Tutti gli incentivi offerti dal governo x aiutare imprese e green economy, nn potranno mai conquistare il mercato dei condomini cn riscaldamento centralizzato, xke ki sostiene spese x distacco e proprio impianto, deve continuare a pagare spese gestione riscaldamento. Centralizzato. Nn c e convenienza

Rispondi
Filippo Ladisa
13 giugno 2020, 1:30

Buondì. Si chiede gentilmente se il bonus al 50% per l’acquisto di un condizionatore nell’ambito di una ristrutturazione edile dell’abitazione può essere usufruito anche dal locatario dell’immobile oppure dal solo proprietario. Grazie, Filippo.

Rispondi
Irene Bicchielli
17 giugno 2020, 9:15

Buongiorno Filippo e grazie per averci scritto.
Non è solo il proprietario che può beneficiare del bonus ma anche gli inquilini e i comodatari dell’immobile in questione.

Rispondi

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti