Tech 19 febbraio 2021

Android 12 è già qui: Google rilascia la prima versione per gli sviluppatori

android 12

Android 12 è già ufficialmente tra noi, anche se non nella sua versione definitiva. Google infatti ha appena rilasciato la prima Developer Preview, ossia il primo mattoncino di quella che sarà la futura versione del sistema del robottino verde. È destinata principalmente ad aziende e sviluppatori che potranno così adeguare i propri servizi alle novità che Big-G ha deciso di introdurre. Nei mesi, ci saranno cambiamenti e modifiche fino ad arrivare poi a ciò che vedremo sui nostri smartphone a partire dalla fine del 2021.

Google ha già rilasciato una roadmap precisa e chiara. Come al solito, le developer preview saranno tre a cui seguiranno 4 versioni beta prima del rilascio finale che avverrà tra agosto e settembre. I primi dispositivi a godere del nuovo Android 12 saranno come sempre gli smartphone prodotti da Google: Pixel 3 e 3 XL, Pixel 3a e 3a XL, Pixel 4 e 4 XL, Pixel 4a 4G e 5G e Pixel 5.

Android 12

Per quanto riguarda gli altri smartphone, invece, i tempi vengono dettati dai singoli produttori. L’attuale Android 11 infatti non è ancora arrivato su tutti i dispositivi, come vi abbiamo racconto in un articolo dedicato. Questo perché Google fornisce la base che poi viene personalizzata e modificata dalle singole aziende. Sono poche le società che utilizzano una versione quasi stock di Android, tra cui Motorola e Nokia. Aziende come Xiaomi e Samsung invece adottano una forte personalizzazione.

Per il momento, le novità sono ancora limitate. Nel corso delle prossime settimane, si scoveranno tante funzioni nascoste scoperte dai vari sviluppatori. È presente qualche ottimizzazione dell’interfaccia per le notifiche con nuove animazioni e transazioni. La gestione delle gesture (i gesti di navigazione che sostituiscono i pulsanti) appare migliorata per le esperienze a tutto schermo. Molto interessante infine è la presenza di nuove API (interfaccia di programmazione delle applicazioni) che – se implementate – permettono di scambiare contenuti come foto e testi da un’applicazione all’altra attraverso il copia/incolla in maniera simile a quanto avviene già su desktop.

Come detto, nel corso delle prossime settimane, si continuerà a parlare di Android 12 e a portare alla luce tutte le novità che Google ha intenzione di portare sui futuri smartphone.

Lucia Massaro
Lucia Massaro

Classe 1990, formazione umanistica, laureata in Traduzione Specialistica e una passione nascosta per la tecnologia. Sono la prova lampante che nella vita ognuno è l’artefice del proprio destino. Ho iniziato a giocare con il primo computer quando avevo appena imparato a leggere. Man mano abbandonavo la pesante enciclopedia cartacea per passare a Encarta, la più famosa enciclopedia multimediale prodotta da...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

lenovo tab p11 pro e ipad air confronto
Tech 15 maggio 2021

Lenovo Tab P11 Pro vs. iPad Air 2020: uno scontro di pure eccellenze

Il Lenovo Tab P11 Pro è il tablet Android 10 che idealmente chiunque metterebbe in sfida contro l'iPad Air 2020. Perché nel design si assomigliano, così come nella dotazione di accessori opzionali

Clubhouse
Tech 10 maggio 2021

Clubhouse, l’app solo voce arriva finalmente su Android

Clubhouse comincia finalmente a muovere i primi passi anche nel mondo Android. Parliamo dell’applicazione che – in piena pandemia – ha conosciuto un importante successo. I motivi sono stati principalmente due. A

Honor
Tech 29 aprile 2021

Honor 50 Pro+ segna il ritorno dei servizi Google?

Honor presenterà i suoi nuovi smartphone nel corso delle prossime settimane, che potrebbero segnare il ritorno dei servizi Google dopo la separazione da Huawei. Una mossa che si è resa necessaria per salvare