Videorecensione Panasonic OLED JZ2000: è il migliore

Panasonic OLED JZ2000 è il migliore TV in circolazione, ma necessiterebbe di un software più accattivante per accogliere un pubblico più ampio.
Di Vittorio Pipia @TotoRacing92 8 ottobre 2021
Panasonic JZ2000

Panasonic JZ2000 è il top di gamma OLED 2021 dell’azienda giapponese; è un televisore di fascia alta con un prezzo di listino di 2999 euro per la versione da 55 pollici, ma è disponibile anche nella versione da 65 pollici e si rivolge a un pubblico di utenti appassionati e che cercano la migliore qualità visiva possibile.

A una prima occhiata sono poche le novità rispetto al modello HZ2000 del 2020, ma le principali sono sotto la scocca, con un nuovo dissipatore per il pannello e finalmente la compatibilità con l’HDMI 2.1. Viene aggiornato anche il sistema audio, con due ulteriori speaker laterali che permettono di integrare la tecnologia 360° Soundscape Pro.

L’unica vera criticità rimane il sistema operativo che avrebbe bisogno di un corposo aggiornamento che renda l’interfaccia più intuitiva e moderna. Arriva però la compatibilità con l’applicazione Disney+.

Com’è fatto

Dal punto di vista del design Panasonic non ha stravolto quanto già visto con i precedenti modelli: nella parte frontale fa bella mostra di sé il pannello con cornici molto sottili, mentre nella parte inferiore c’è la soundbar, alta poco più di 6 centimetri che dona al televisore spento un look più quadrato. La base è girevole ed è molto discreta.

Nella parte posteriore Panasonic ha integrato un’elettronica di alto livello, con un dissipatore dedicato e soprattutto un impianto audio molto complesso. Proprio per questo lo spessore è di circa 7 centimetri, più elevato rispetto ad altri concorrenti come LG C1 o Sony A90J.

Ci sono poi tutte le connettività del caso, tra cui quattro HDMI, di cui due compatibili con HDMI 2.1 con VRR, eARC e ALLM con frequenza di aggiornamento di 120Hz, e tre porte USB, di cui una USB 3.0 e due USB 2.0. Nella parte destra ci sono alcuni pulsanti che consentono di gestire il televisore anche senza il telecomando.

Panasonic JZ2000 hdmi 2.1

Lungo il perimetro sono disposti invece tutti gli altoparlanti che consentono al televisore di restituire un’immersività audio senza pari. Il telecomando si rinnova: è massiccio, grande e integra ben quattro pulsanti dedicati per richiamare le principali applicazioni di streaming video (Prime Video, Netflix, YouTube e Rakuten TV). Purtroppo i tasti non sono retroilluminati e sebbene la parte superiore sia in alluminio, manca quell’aspetto premium che era lecito aspettarsi.

Specifiche tecniche e software

A livello di specifiche tecniche Panasonic non ha lesinato. Sebbene il pannello sia lo stesso rispetto a quello dell’HZ2000 dello scorso anno, l’azienda è intervenuta ulteriormente per migliorarlo fino a raggiungere un livello impareggiabile per gli altri. L’OLED ha una risoluzione 4K e supporta HDR10+, HDR10, HLG e Dolby Vision IQ. Supporta inoltre la modalità Filmaker e integra dei profili colore professionali che rendono la visione praticamente perfetta, sia in ambiente diurno che poco illuminato.

Panasonic JZ2000 menu

Il processore HCX Pro si comporta egregiamente nella gestione dell’immagine e supporta anche gli algoritmi di intelligenza artificiale, in grado di tarare in maniera automatica i vari parametri a seconda dei contenuti visualizzati.

L’interfaccia my HomeScreen 6.0 inizia invece a sentire il peso degli anni; mentre gli altri produttori nel 2021 hanno evoluto i loro software rendendoli più incentrati sui contenuti che sulle singole app, ma offrendo un’esperienza utente completa, in questo caso ci siamo ritrovati faccia a faccia con un sistema operativo ormai datato. In qualsiasi schermata si possono richiamare le applicazioni premendo il tasto “Home” continuando la visione del contenuto. Non appena si entra nei menu si ha a che fare con una grafica su scala di grigi e con un’enormità di voci che rendono la navigazione non intuitiva, soprattutto per utenti non particolarmente avvezzi alla tecnologia.

Panasonic JZ2000 Disney

I menu sono molto completi e offrono tantissime personalizzazioni, oltre alla possibilità di poter calibrare il televisore con apposita sonda, ma che potrebbero d’altro canto generare un po’ di confusione quando si è alla ricerca di una specifica voce. Sarebbe necessario snellire l’approccio per rendere le operazioni più semplici e intuitive.

Nel 2021 è però finalmente arrivata la compatibilità con l’applicazione Disney+. Il JZ2000 sotto questo punto di vista offre un’esperienza non all’altezza per un top di gamma il cui intento è sfidare il Sony A90J, provato qualche mese fa e che fa affidamento sull’interfaccia Google TV.

Qualità video

Panasonic ha sempre dimostrato di saperci fare con i pannelli dei suoi televisori e anche il JZ2000 riconferma tale capacità. Il nuovo top di gamma offre un’esperienza visiva ottima, anche superiore rispetto al diretto concorrente, ovvero il Sony A90J Master Series. I colori sono perfetti e non è necessario effettuare alcuna operazione da parte dell’utente.

Neri profondi, come si addice a un OLED, ma soprattutto una fedeltà cromatica indubbia e la capacità di offrire una luminosità di picco elevatissima quando necessario. Caratteristica che si nota in particolar modo quando vengono visualizzati riflessi, superfici lucide o un forte contrasto, per esempio durante la visione del filmato di un’alba o un tramonto.

Panasonic JZ2000 contrasto

La visualizzazione di contenuti in SDR viene ben gestita dall’algoritmo e anche in questo caso non si notano artefatti di alcun tipo, con una gestione ideale del rumore, per una nitidezza più che ottimale. Si tratta senza ombra di dubbio di un pannello adatto a chi esige il meglio sotto questo punto di vista e che non ha bisogno di alcuna modifica o calibrazione una volta arrivato a casa. Le modalità di colore predefinite riescono a soddisfare la maggior parte delle esigenze e anche la gestione del movimento è eccezionale.

Visualizzando filmati piuttosto complessi, non abbiamo notato nessuna difficoltà e tutti gli elementi vengono gestiti in maniera perfetta, al contrario di quanto avvenuto con altri modelli di fascia alta.

Qualità audio

Anche sotto il punto di vista dell’audio Panasonic ha fatto un ottimo lavoro: l’impianto audio può contare su 7 canali e un woofer integrato, per una potenza complessiva di 125 Watt; l’ascolto risulta piacevole e corposo, sia per quanto riguarda brani musicali che per la visione di film e serie TV.

Ascoltare le performance vocali di Myles Kennedy durante una performance dal vivo ci ha lasciati stupiti della qualità e spazialità offerte dal Panasonic JZ2000, che riesce a stupire anche da questo punto di vista. Nonostante il sistema adottato sia tecnologicamente meno avanzato rispetto all’Acoustic Surface Audio+ di Sony, la resa finale risulta migliore e più corposa, con una maggiore presenza di bassi.

Insomma, chi sceglie il nuovo Panasonic JZ2000 non ha di certo bisogno di pensare all’acquisto di una soundbar.

Voto: 8,5

Conclusioni

Panasonic non si smentisce e anche con il JZ2000 ha realizzato un televisore in grado di soddisfare i palati più fini del mondo cinematografico. Colori perfetti, resa ottimale sia in ambienti luminosi che con bassa luce e un contrasto eccezionale tipico dell’OLED lo rendono un vero e proprio oggetto del desiderio. Un dispositivo che diventa il re del salotto ma che nel 2021 inizia a sentire la mancanza di un sistema operativo più moderno e aggiornato, in grado di rendere appetibile un prodotto eccezionale anche ai meno avvezzi alla tecnologia.

Panasonic JZ2000 telecomando

Se puntiamo alla sola qualità l’OLED JZ2000 ha come unico concorrente il Sony A90J, se invece si guarda l’esperienza d’uso, tutti i competitor, compreso l’LG C1, offrono di più come smart TV.

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 6 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Commenti

Adriano
18 ottobre 2021, 10:22

Sono d’accordo per la sezione audio trovo solo il parlato un po’ deludente sono molto belli i formati 4k hdr e dolby Vision. Per me è il meglio per chi come me guarda molti film e serie tv vedi Netflix, Amazon prime ecc.

Rispondi

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti